Google deve dare più sicurezza ai suoi dati

Una dozzina di ricercatori e avvocati chiedono formalmente a Google di aumentare la sicurezza dei dati. Secondo gli esperti, i servizi come Google Docs, per la creazione di documenti online, e Calendar, per la gestione dei propri impegni, mancano di opzioni per la crittazione dei dati. Questo può dar luogo al furto e al successivo uso illegale di dati sensibili.  L’azienda dovrebbe quindi applicare il protocollo HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) per Gmail, Docs e Calendar, o perlomeno spiegare e facilitare l’applicazione di strumenti di sicurezza.

Il motore di ricerca, tramite il blog ufficiale, si sta impegnando per soddisfare le esigenze di sicurezza degli utenti, ma intende prima eseguire degli studi approfonditi in quanto l’applicazione dell’HTTPS potrebbe, per contro, rallentare alcune operazioni online. Tuttavia, una volta accertato il positivo impatto sui clienti, Google promette di “estendere la protezione HTTPS anche agli altri nostri servizi Apps e Calendar”.

 

The following two tabs change content below.
La Redazione di Alground è costituita da esperti in tutti i rami della tecnologia che garantiscono una copertura completa dei principali How To relativi al mondo digitale.

Articoli correlati

OneNote 2013 finalmente gratis

Qualche giorno fa Microsoft ha reso completamente gratuito OneNote 2013 eliminando ogni restrizione presente in precedenza. Chi già utilizza questo

VhostNet, Virtio e Linux 2.6.34 (con RHEL 6)

Parlavamo soltanto ieri del rilascio stabile del kernel Linux 2.6.34 che annovera nel proprio changelog diverse modifiche relative al supporto

Opera 11 con il Tab Stacking per i più disordinati

È disponibile Opera 11 con la possibilità di raggruppare tra loro le tab e con il supporto alle gesture del

Nessun commento.

Scrivi un commento
Ancora nessun commento! Sii il primo a commentare questo post!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*