Shuttleworth: «Ubuntu non mi soddisfa più. Lascerò il team.»

Lasciano di stucco le parole di Shuttleworth, colui che da circa 6 anni or sono è a capo del team Ubuntu. Una cosa del genere l’ho vista fare, recentemente, soltanto a Goblin (ricorderete la storia di Java e Oracle) anche se lì l’insoddisfazione personale c’entrava davvero poco. Invece per Mark no: «Ubuntu è un progetto che non sento più mio, so perfettamente di dovere ancora molto alla community eppure non riesco più ad andare avanti», queste le altre assurde parole di Mark apparse nel post-shock pubblicato stamattina (di cui troverete il link a fondo articolo).

But the best is yet to come: avrà Mark Shuttleworth trovato di già un altro impegno? La risposta, anche questa volta, è positiva ed appartiene ancora alle sue parole: «E’ per questo, team, amici, che posso purtroppo affermare che Ubuntu non mi soddisfa più. Lascerò il team, ed accetterò una delle proposte più interessanti che io abbia avuto: un impiego in Microsoft».

(…)
Continua la lettura di: Shuttleworth: «Ubuntu non mi soddisfa più. Lascerò il team.»


© malefika per Chimera Revo, 2011. |
Permalink |
Un commento |
Aggiungi su
del.icio.us


Post tags: , ,

Feed enhanced by Better Feed from Ozh

Leggi tutto…

The following two tabs change content below.
La Redazione di Alground è costituita da esperti in tutti i rami della tecnologia che garantiscono una copertura completa dei principali How To relativi al mondo digitale.

Articoli correlati

Tariffe unbundling, il Garante non vuole capire

La Commissione Europea è stata chiara sugli aumenti tariffari applicati all’unbundling, ma il Garante delle Comunicazioni sembra non comprendere. Il

Target. 17enne papà del virus che rubò 110mln di carte credito

Sarebbe stato un ragazzino di 17 anni a scrivere il virus che ha permesso di rubare 110 milioni di numeri

Nuovo trojan SabPub per i Mac Os X, un pericolo ormai continuo

Il noto Trojan Flashfake che ha contribuito a creare una botnet di 700 mila  computer  può essere l’esempio più significativo

Nessun commento.

Scrivi un commento
Ancora nessun commento! Sii il primo a commentare questo post!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*