Symbian: il trojan Sexy Space ci è sfuggito

Symbian, l’azienda produttrice di uno dei sistemi operativi per cellulari più diffusi al mondo, ha ammesso la diffusione di un virus trojan dal nome Sexy Space, malware che è riuscito a superare i classici controlli di sicurezza.

Il sistema operativo Symbian permette il download di numerosissime applicazioni per cellulare, programmi che vengono sviluppati e inviati all’azienda anche da diversi sviluppatori indipendenti. Gli autori del trojan Sexy Space hanno inviato alla Symbian un’applicazione infetta che ha dapprima superato i controlli antivirus automatici e che non è stata poi ricontrollata da personale tecnico umano, cosa che solitamente avviene. Per questo il trojan è stato disponibile per il download al pubblico fino a pochi giorni fa. 

Symbian, che sul suo sito ammette l’errore, spiega che l’azienda sta lavorando acremente per migliorare i sistemi di scansione, e per aumentare la qualità del controllo umano, cercando, al tempo stesso, di diminuire il tempo necessario perchè una applicazione mobile sia scansita e approvata da Symbian prima di essere scaricabile.

Rimozione – Il virus che può essere riconosciuto con diversi nomi

• Worm:SymbOS/Yxe.gen
• Worm:SymbOS/Yxe.A
• Worm:SymbOS/Yxe.B
• Worm:SymbOS/Yxe.C
• Worm:SymbOS/Yxe.D
all’utente basta disinstallare l’applicazione dal nome Sexy Space o Sexy View dall’elenco delle applicazioni.
The following two tabs change content below.
La Redazione di Alground è costituita da esperti in tutti i rami della tecnologia che garantiscono una copertura completa dei principali How To relativi al mondo digitale.

Articoli correlati

Sabato 23 a Milano lo Speciale 100 anni di Alan Turing

Sabato 23 giugno si ricordano i 100 anni dalla nascita di Alan Turing, celebre matematico e grande “pioniere” tecnologo. Per festeggiare

Le chiavette WiMax di Mandarin battono le USB 3G

L’operatore siciliano Mandarin ha avviato la commercializzazione delle chiavette USB WiMax che dimostrano di consentire velocità di connessione in mobilità

FBI nega il furto di dati Apple da hacker AntiSec

L’FBI, a cui il gruppo hacker Anonymous avrebbe rubato milioni di dati riservati della Apple, prelevandoli dal pc dell’agente Stangl,

Nessun commento.

Scrivi un commento
Ancora nessun commento! Sii il primo a commentare questo post!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.
I campi obbligatori sono contrassegnati*

Skysa App Bar