Motorola One recensione. Lo smartphone medio che vuol sembrare top

Motorola One è uno smartphone di fascia media che vuole fare una bella furbata: costare come un prodotto medio, ma assomigliare a quelli top. E in due modi: il primo è ricordare da molto molto vicino il design delle grandi star come iPhone X e Samsung Galaxy S9. Il secondo è infilarci delle funzionalità che di solito sono prerogativa dei prodotti più costosi, e in questo caso ci riferiamo allo strepitoso sistema operativo.

Complessivamente Motorola One riesce abbastanza bene nell’intento, e può soddisfare più di un utente. Ovviamente a patto di dargli uno sguardo bonario, perchè se andiamo a scavare, la differenza, pur con tutta la buona volontà, si vede.

Vuoi capire il prodotto in un minuto? leggi la slide

Design

Sembra un iPhone X. Bello il vetro lucido, abbastanza solida. Fa buona figura

Display

5.9 pollici, particolarmente lungo. Un notch esagerato. Qualità accettabile ma non eccellente

Hardware

Dotazione vecchiotta. Non siamo molto contenti

Sistema operativo

Strepitoso. Android Oreo 8.1. Update garantito ad Android Pie 9 e persino Android Q (10)

Rete e chiamate

Dual Nano SIM. Nella norma

Funzionalità

Google Lens aggiunge informazioni in sovraimpressione inquadrando con la fotocamera.

Google Photos e Assistant integrato. Alcuni comandi gestuali per rispondere al telefono o accendere la torcia.

Camera frontale

13MP con sensore di profondità. Abbastanza bene. Un paio di soluzioni per integrare le foto con altri colori o piccoli video, che sono carine.

Video

Niente 4K. Buoni, ma non eccezionali

Audio

Forte e chiaro. Un ottimo Dolby Audio

Camera Selfie

8MP, accettabili. Buona la funzione autoritratto e le modifiche post-scatto

Connettività

Nella norma. USB 2.0, sarebbe stato meglio il 3.0

Dati e memoria

64GB espandibili fino ai 256GB

Prezzo e disponibilità

Circa €250. Probabilmente in Europa per ottobre 2018

Opinioni

Appassionati lamentano poche idee, e il notch troppo grande non piace.

Benchmark

Prestazioni nella norma. Comunque superiori ad un Galaxy Note 4 o ad un LG Q6

Motorola One Recensione. Il Design

Lo abbiamo detto: Motorola One ha l’intento evidente di sembrare un dispositivo top di gamma, e lo fa, in maniera altrettanto evidente, parafrasando l’iPhone X e il Galaxy S9. Ci riesce? abbastanza. La struttura è composta da alluminio, ma soprattutto da una bella quantità di vetro lucido, che lo fa apparire decisamente brillante. Insomma, davvero bello, anche se dovrete pulire le ditate molto spesso.

Gli angoli arrotondati lo rendono scorrevole da infilare/estrarre dalla tasca e gli danno una bella impressione di solidità. Tuttavia, se lo stringiamo in mano, non è durissimo. Dà una vaga sensazione che sia “vuoto” o “leggero” anche se pur con una buona pressione non arriva a piegarsi. Una cosa importante: tanto vetro… scivola! Se non state attenti potete scommettere che vi svicolerà di mano, per cui considerate seriamente di abbinarlo ad una bella e cara cover ruvida.

Sul retro Motorola One copia palesemente iPhone X e posiziona sull’angolo in alto a sinistra la doppia fotocamera. Al centro invece spicca il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, che però è stato abbellito dalla sfolgorante “M” del marchio. In alto, per la gioia di molti, l’entrata per il jack da 3.5mm mentre in basso la carica (o l’entrata) USB-C e due begli speaker. Sulla destra i pulsanti di accensione/spegnimento e per la regolazione del volume, mentre sul bordo sinistro l’entrata per le SIM.

I colori disponibili sono solamente bianco e nero.

Display

Il display è piuttosto originale. E’ grande, un 5.9 pollici, ma ha un rapporto di 19:9, ovvero è particolarmente rettangolare. Ed è un rettangolo bello alto, cosa che lo rende molto bello se vogliamo vedere un video o giocare, ma le dita potrebbero dover fare un po’ di stretching per arrivare fino al bordo superiore. Impossibile non notare un notch, quella porzione nera sul margine alto del display, che ospita la fotocamera, che è veramente grande. E’ una specie di buco nero impossibile da non notare, certamente fra i più grandi della categoria.  In realtà è un po’ esagerato.

Quanto alla qualità, scricchioliamo. Motorola One ha un display IPS con la sola tecnologia HD+. Certamente buono, non possiamo lamentarci, ma con certe soluzioni che si vedono in giro, e non per forza solamente nei top di gamma, si vede che sotto questo aspetto ci dobbiamo un pochetto accontentare.

Hardware

Accontentarsi è la parola chiave. Motorola One monta un Qualcomm Snapdragon 625. Ovvero un processore che ha ben tre anni e ha già sopportato due aggiornamenti. Abbinato ad una RAM da 4GB, nella media, possiamo dire che l’hardware non è il punto forte del prodotto. Questo significa che ci troviamo di fronte ad un dispositivo che può reggere un utilizzo normale, ma non ci troviamo in mano nulla di che.

La grafica è gestita da una GPU che è stata supportata dalla funzione Boost, in caso si lanci un video HD o ci si avventuri in un videogame. Non dubitiamo che qualche miglioramento questo boost lo porti, ma di miracoli non ne vediamo per niente. Non possiamo che rimanere “freddini” di fronte a tutto questo.

Sistema operativo

E qui facciamo festa. Ricordate quando abbiamo detto che Motorola One vuole inserire qualche genialata per sembrare un top di gamma? ecco, lo fa a livello di sistema operativo. Motorola One monta Android Oreo 8.1, che sfrutta poco batteria e processore, organizza al meglio le notifiche e ha funzioni carinissime come “Picture in picture” per cui puoi vedere ad esempio un video di YouTube mentre usi Facebook Messenger.

Ebbene, non solo la versione di Android è ottima, ma è aggiornabile con sicurezza ad Android 9 Pie, versione del sistema operativo basata sulla autoregolazione e su tutta una serie di comportamenti predittivi da parte delle app, che sono veramente una perla. E non basta: Motorola One rientra perfettamente nel programma Android One, ovvero in un sistema che garantisce l’update automatico e la diffusione delle patch e degli aggiornamenti di sicurezza per tre lunghi anni.

Ancora, non è finita: è prevista anche la compatibilità e il download addirittura di Android Q, la versione numero 10 del sistema, che è talmente avveniristica che al momento attuale non se ne conoscono del tutto le caratteristiche. Ovvero, un sistema eccellente che si aggiornerà per parecchio tempo a venire. E questo è uno dei punti più belli e appaganti di tutto Motorola One.

Rete e chiamate

Nulla da eccepire. Motorola One è un Dual Nano SIM e supporta tutte le reti, anche il 4G LTE. Per cui non dovreste avere problemi nè di campo nè di navigazione quando usate internet fuori casa.

Funzionalità

Motorola One cerca di stupire con diverse funzionalità. La più importante è certamente Google Lens preinstallata nella fotocamera: si tratta di una app di BigG che aggiunge informazioni alle foto che inquadriamo. Su un libro visualizziamo le opinioni dei lettori, se puntiamo la fotocamera su una pianta viene visualizzata la specie, nel caso di un dipinto compaiono sullo schermo dati dell’autore.

A questo si aggiunge un bello spazio gratuito su Google Photos per caricare nel cloud le nostre immagini, oltre ad un Google Assistant in perfetta forma.

Motorola One tenta di riprendere una vecchia abitudine della casa madre: dare comandi con i gesti. Se squilla il telefono, possiamo rispondere scrollando il dispositivo, mentre se diamo due colpi secchi in orizzontale si accende la torcia. Sono soluzioni che non hanno avuto uno straordinario successo nel tempo, ma Motorola ci prova di nuovo.

Camera frontale

Sul retro una bella fotocamera a due sensori. Il primo è un 13MP, abbastanza potente, supportato da un sensore da 2MP che si occupa di calcolare e gestire le profondità delle immagini. Con le foto così riprese, Motorola One permette di giocare attraverso due opzioni carine. La prima, Spot Color, permette di selezionare una porzione dell’immagine che verrà colorata, mentre tutto intorno rimane in bianco e nero. L’altra, Cinemagraphs, consente di registrare un piccolo video o GIF animata e posizionarla sulla foto, creando un misto “movimento-immagine ferma” di bell’impatto.

Apprezzabile, ma attenzione: per ottenere buoni risultati con queste due trovate, rimaniamo all’esterno e con buona luce, perchè negli interni il risultato non è molto soddisfacente.

Video

Eh no, niente video in 4K. Ci dispiace

Audio

Buono, molto buono. Motorola One ha il sistema Dolby Audio, per cui bassi e suoni di contorno vengono restituiti forti e chiari.

Camera Selfie

Per i nostri selfie abbiamo una discreta fotocamera da 8MP. Buona la modalità autoritratto, che corregge parecchi difettucci e consente di migliorare un po’ il nostro aspetto. Le funzioni sono piuttosto semplici ed intuitive.

Memoria

La classica memoria da 64GB espandibile tramite schedine MicroSD a 256GB

Batteria

Stiamo strettini. La classica batteria al litio non rimovibile, con 3000 mAh. Con una suite del genere di funzioni è possibile che si fatichi ad arrivare a fine giornata, per cui la batteria non può prendere un voto incoraggiante. Unica attenuante, la presenza della funzione Quick Charge, che promette (attenzione, promette) di caricare in 15 minuti il necessario per 6 ore di autonomia.

Prezzo e disponibilità

Per la disponibilità c’è un buon riserbo, e non possiamo dare molte informazioni. Si sa che uscità in parecchi paesi dell’Unione Europea. Forse ad ottobre 2018. Il prezzo invece, uno dei punti di forza del marketing mix di Motorola One è certamente al di sotto dei €300. Dovrebbe attestarsi sui €250.

Opinioni

Le prime opinioni del mondo americano non sono entusiaste. Due critiche: la prima è che ormai sembra di trovarsi di fronte a prodotti Lenovo con il marchio di Motorola. Frase che significa che hanno esaurito le idee e stanno copiando gli altri. E poi quel notch sul display per alcuni appassionati è un pugno in un occhio. Unito al fatto che in basso troviamo un’altra abbondante porzione nera, la scontentezza si sente.

Benchmark

Abbiamo il benchmark di Geekbench che ci dà una idea della potenza del Motorola One rispetto ai concorrenti. Nella analisi delle performance sul processore, e in particolare il singolo core, il punteggio è 876 mentre nel multicore (in totale ne ha 8) i punti sono 4299. Questo pone Motorola One come più potente del caro Galaxy Note 4 e dell’LG Q6, ma meno performante rispetto ad un Huawei Honor 7 e un (sic!) iPhone 5S.

Scheda tecnica

RETETechnologiaGSM / HSPA / LTE
LANCIOAnnounciatoAgosto 2018
StatusOttobre 2018
CORPODimensioni– 149,9 x 72,2 x 7,9 mm
Peso– 162 g
SIMSingle SIM (Nano-SIM) o Dual SIM (Nano-SIM, dual stand-by)
– Resistente agli schizzi d’acqua
DISPLAYTipoIPS LCD capacitivo touchscreen, 16M colori
Misura5.9 pollici, 89.8 cm2
Risoluzione1080 x 2160 pixel, 18:9 ratio (~409 ppi)
MultitouchSi
PIATTAFORMAOSAndroid 8.1 (Oreo), aggiornamento a Android 9.0 (Pie); Android One
ChipsetQualcomm MSM8953 Snapdragon 625
CPUOcta-core 2.0 GHz Cortex-A53
GPUAdreno 506
MEMORIACard slotmicroSD, fino a 256 GB
Internal64 GB, 4 GB RAM
FOTOCAMERA

PRINCIPALE

Dual13 MP, PDAF
2 MP, sensore di profondità
FunzioniLED flash, panorama
Video[email protected], [email protected]/60fps
SELFIE CAMERASingle8 MP
Video[email protected]
SUONOTipi di allertaVibrazione; MP3, suonerie WAV
AltoparlantiSi
3.5mm jackSi
– Riduzione del rumore con microfono dedicato
CONNETTIVITA’WLANWi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, dual-band, WiFi Direct, hotspot
Bluetooth5.0, A2DP, LE, EDR
GPSSi, con A-GPS, GLONASS, BDS
NFCSi
RadioFM radio
USB2.0, Type-C 1.0 connettore reversibile
FUNZIONISensoriImpronte digitali, accelerometro, gyro, prossimità
MessaggisticaSMS, MMS, Email, Push Email, IM
BrowserHTML5
– Ricarica rapida da 15W
– MP3/AAC+/WAV/Flac player
– MP4/H.264 player
– Photo/video editor
– Document viewer
BATTERIANon rimovibile Li-Ion 3000 mAh
VARIEColoriBianco, Nero
PrezzoCirca 300 EUR